LE SPIAGGE ITALIANE PIU’ AMATE DAI TURISTI STRANIERI!

L’Italia è amata dai turisti stranieri, da sempre. Le sue città d’arte, le coste, le campagne, le montagne, i laghi, i borghi, non esiste luogo che non sia amato, così come molto amata è la sua cultura, insieme alla cucina, l’arte, le tradizioni popolari uniche. L’estate è il momento in cui migliaia di turisti si riversano nelle città d’arte e sulle isole e spiagge italiane, per immergersi nelle bellezze artistiche, culturali e paesaggistiche del nostro territorio, fare il pieno di sole e guastare le nostre specialità enogastronomiche.

L’Italia è piena di spiagge bellissime, ma quali sono le TOP-10 che incuriosiscono di più il turismo straniero e non solo italiano?

10. CHIA-SARDEGNA: Caraibi? No, Sardegna! Una frazione del Comune di Domusde Maria in provincia di Cagliari a sud-ovest della Sardegna,  è una piccola località balneare adagiata lungo la costa. Contrariamente a tante località balneari del Mediterraneo caratterizzate da centri storici ove si svolgono le attività di interesse turistico-ricreativo, a Chia è il mare l’attrattiva più consueta e affascinante che con  la sua atmosfera selvaggia e i suoi profumi avvolgenti  cattura l’animo e lo sguardo di chi per la prima volta la sceglie come meta turistica. Con i suoi 6 km di coste, bagnate da un mare limpido con colori che vanno da un azzurro intenso ad un verde smeraldo,  Chia  è una delle località  turistiche più rinomate della Sardegna. Qui, dove la natura è ancora incontaminata, le coste si alternano fra promontori alti e rocciosi e litorali bassi e sabbiosi.

9. CAPO TESTA E LE SPIAGGE DI PONENTE E LEVANTE : A circa 3 km dal centro, si trova il promontorio di Capo Testa. Un istmo divide l’area in due zone, a sinistra la Rena di Ponente nota anche come spiaggia di Taltana, anch’essa Bandiera Blu, e sulla destra, Rena di Levante, detta anche spiaggia “di zia Colomba” dai locali o “dei graniti”, per i resti delle cave romane. La particolare posizione delle due spiagge consente di fare il bagno in qualsiasi condizione di vento. Caratteristici della zona sono il granito bianco-grigio, modellato dal vento in forme antropomorfe e zoomorfe, la folta vegetazione mediterranea costituita anche da specie floristiche endemiche tipiche della zona e le acque pulite e trasparenti.

8. ISCHIA: La più ampia e, a dire di molti, più bella delle isole della Baia di Napoli, Ischia è celebre per le terme curative. I traghetti e gli aliscafi collegano Napoli a Ischia Porto, il comune principale dell’isola. Nella vicina Ischia Ponte (collegata all’isola principale da un ponte pedonale) troviamo lo splendido Castello Aragonese e la Torre di Guevara. Forio, sulla costa occidentale dell’isola, Lacco Ameno, a nordovest e Sant’Angelo, a sud, sono i comuni di villeggiatura più vivaci. Casamicciola Terme, a nord, è uno dei centri termali più antichi d’Europa.

7. MONTE ARGENTARIO – TOSCANA: Chi conosce il mare sa bene che non vi è giornata uguale alla precedente. I suoi umori ed i suoi colori cambiano così di continuo da mostrarsi agli occhi di chi li osserva con sfumature e giochi di colore sempre nuovi, impossibili da immortalare nei ricordi se non grazie allo scatto della macchina fotografica.È così che le intense tonalità del verde smeraldo di una calda giornata estiva lasciano spazio alle infinite sfumature in cui il celeste muta in azzurro fondendosi quasi con il cielo per terminare nella forza del blu che sfiora i silenzi e la quiete delle profondità marine. Queste sono le sensazioni che l’Argentario, terra d’acqua, riesce a lasciare indelebili nella mente di chi lo visita. Chiudete gli occhi per un attimo e lasciatevi accarezzare dai suoi colori…

an hidden beach in the mediterranean sea

6. SAN VITO LO CAPO: Il paese è uno dei più famosi luoghi di soggiorno estivo della Sicilia, per la bellezza della sua spiaggia che nel 2011 è stata eletta la migliore spiaggia italiana e l’ottava in Europa.
Una spiaggia dal fascino caraibico, un paese incastonato tra la parete rocciosa della Piana dell’Egitarso e l’alto promontorio di Monte Monaco, un mare dai colori indimenticabili.. segna questa meta, da non perdere!

5. VIAREGGIO – TOSCANA: è un bellissimo angolo di sabbia in Versilia, conosciuto principalmente per il carnevale, per il mare e per la musica di Puccini. A me la Versilia mette pace con le montagne sullo sfondo, le cave bianche in lontananza (un giorno giuro vi parlerò di Colonnata di cui sono innamorata senza voler fare la rima!) e le file di ombrelloni sempre ordinati ed eleganti. Alzatevi presto, di buon’ora e dirigetevi alla spiaggia della Lecciona, una bella spiaggia ancora selvaggia dove è possibile assaggiare il miele di mare.

4. TROPEA – CALABRIA: è una località turistica calabrese nota e scelta soprattutto per le sue acque cristalline. La baia più suggestiva è quella di Grotticelle, formata da tre spiagge vicine, dove il mare è incantevole e i fondali, per chi ama la vita sottomarina, sono tutti da esplorare. La zona risulta essere anche particolarmente pescosa, e le sue acque sono ricche di esemplari di pesce azzurro.Numerosi sono gli scogli che fuoriescono dalla distesa d’acqua, come quello di San Leonardo che si trova nei pressi della spiaggia della Rotonda. Partendo da Tropea, inoltre, è possibile intraprendere delle escursioni che conducono alle Isole Eolie, anch’esse parte del bellissimo Mar Tirreno.

3. SAN FRUTTUOSO: In Liguria, tra Camogli e Portofino, incastonata in una profonda insenatura, quasi una perla nella frastagliata costa del Monte di Portofino, c’è una deliziosa, piccola baia, raggiungibile soltanto a piedi o dal mare: è la splendida baia di S.Fruttuoso di Capodimonte  che ospita una magica abbazia risalente all’anno mille, oggi di proprietà dei FAI 
(www.fondoambiente.it), intorno alla quale si sviluppano una spiaggetta, una chiesa, la Torre dei Doria e poche casette di pescatori che si specchiano nel blu smeraldo del mare, su un fondo verde scuro di pini. Il piccolo borgo di San Fruttuoso è immerso nel Parco Naturale Regionale di Portofino che è costituito dall’omonimo Promontorio e da 3 comuni: Camogli con i nuclei di San Rocco,  San Nicolò e San Fruttuoso stesso; Portofino
Santa Margherita Ligure, con i nuclei di Paraggi e Nozarego.

2. CAPRI: Lussureggiante, straordinaria, dal clima mite.
Di origine calcarea, Capri è l’isola mediterranea che ha visto nel tempo transitare intellettuali, artisti e scrittori, tutti rapiti dalla sua magica bellezza.
Un mix di storia, natura, mondanità, cultura, eventi, che qui si incontrano tutti i giorni e che hanno dato vita al Mito di Capri, un mito senza eguali nel mondo.

  1. PUGLIA: Primo in questa classifica è l’intero litorale pugliese, considerato dal Telegraph di una bellezza senza pari.
    Con un numero elevato di spiagge, siti Unesco e affascinanti destinazioni, è difficile restringere il campo ed indicarli tutti qui. Che ne dite se il prossimo blogpost lo dedichiamo proprio ai 15 posti più belli della Puglia da non perdere?
Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *